Colta alle spalle e rapinata di notte in via Notari: due arresti, si cerca il terzo

L'aggressione nel vicolo vicino a Piazza Vettovaglie è avvenuta poco prima delle 4 di mattina di giovedì. Vittima una 30enne che rincasava

Le immagini della videosorveglianza, sotto la sequenza

Era andata a recuperare la bicicletta legata in via Notari, per tornare a casa dopo una serata fuori. La donna, una 30enne residente a Pisa, è stata aggredita alle spalle da tre giovani stranieri, che le hanno strappato di mano il cellulare, al termine di una colluttazione. Dopo la fuga, due di loro sono stati arrestati dalla Polizia, intervenuta tempestivamente grazie all'osservazione in tempo reale delle telecamere di sorveglianza cittadine. E' questo il quadro di quanto avvenuto nelle prime ore di stamani, 6 agosto, come esposto in conferenza stampa dalla dirigente delle Volanti Roberta Falaschi. 

Il contesto dell'operazione parte dagli ultimi episodi di furti, avvenuti sempre nell'ossatura centrale del contro storico di Pisa. "Abbiamo predisposto da tempo dei servizi straordinari - spiega la commissaria - ho voluto in questi casi una persona in più in centrale operativa, per visionare direttamente le immagini delle telecamere. Abbiamo poi fissato la sorveglianza sulle zone più 'calde', ed è così che l'operatore ha individiduato quanto stava accadendo". Alle 3.50 di mattina l'episodio delittuoso: "Si vede distintamente la vittima ed i tre stranieri che si avvicinano, con poi la colluttazione. La ricostruzione dei fatti è che la donna è stata sorpresa alle spalle mentre aveva il cellulare in mano. Le è stato strappato via mentre lei opponeva resistenza, finendo per rompersi un'unghia e riportando alcuni graffi. Ha anche morso sulla spalla il suo aggressore, segno dei denti che poi abbiamo riscontrato sul corpo dell'arrestato". 

I fotogrammi del video sono chiari e si notano i vestiti dei tre aggressori, decisivi per rintracciarli. Ad essere finiti in manette sono stati due senegalesi, irregolari e già destinatari di provvedimento di espulsione. Si tratta di un 20enne, l'aggressore con la maglia verde che ha agito in prima persona, ed un 39enne, maglia scura e scarpe azzurre. Resta ricercato il terzo, che portava la maglia della nazionale italiana di calcio con il 21 di Andrea Pirlo. Nel luogo della rapina è stata ritrovata anche la cover del cellulare, che resta al momento irrintracciabile. Si attendono ora le decisioni dell'Autorità Giudiziaria, con i due arrestati che intanto sono in carcere su disposizione del magistrato di turno. Durante l'operazione ha operato anche al Squadra Mobile con agenti in borghese.

Sono infine in corso ulteriori accertamenti anche per capire se ci possa essere dei legami dei soggetti arrestati fra questa aggressione e la serie di furti con spaccata degli ultimi tempi. E' stato infatti ritrovato in centro uno dei registratori di cassa rubati, più la rilevazione di tracce di sangue in uno dei colpi messi a segno. Gli inquirenti quindi verificheranno l'eventualità del coinvolgimento degli arrestati in questi episodi. 

"Voglio fare i complimenti agli agenti - ha commentato il Questore Paolo Rossi - e voglio sottolineare il loro impegno e spirito di sacrificio. Non è semplice operare così bene e così a lungo. Oltre a questo però voglio anche ricordare quanto sia importante poter intervenire in modo tempestivo in questa tipologia di reati. E questo è possibile in due modi: con tanta presenza di forze dell'ordine sul territorio, ma è difficile con risorse limitate e si deve anche essere fortunati ad essere già sul posto, oppure, sempre con il personale sufficiente, puntando a visionare in tempo reale le telecamere, in modo poi da inviare il prima possibile le pattuglie sul posto. E' dispendioso, come detto, ma facciamo il possibile, e possono farlo anche le altre forze dell'ordine e di sicurezza, con le quali c'è grande collaborazione. Altro elemento, e faccio appello ai cittadini, è avvisare tempestivamente il 113 di rumori o movimenti sospetti: coordinando tutte le informazioni si può cercare di prendere in flagranza di reato gli autori di furti, nell'immediatezza successiva del fatto, unico modo per procedere poi all'arresto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto nella notte a San Piero a Grado: muore 26enne

  • Elezioni regionali Toscana 2020: exit poll e proiezioni

  • Ripartenza scuola e Coronavirus: mezza classe del liceo in quarantena a Pontedera

  • Coronavirus a scuola, tre studenti positivi: quarantena per compagni di classe e insegnanti

  • Cadavere di un anziano trovato in un fosso in zona La Fontina

  • Coronavirus in Toscana, 143 nuovi casi: 38 positivi in più a Pisa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento