Case popolari di via Norvegia: "Servono interventi urgenti"

Continua la mobilitazione dei residenti che chiedono "risposte concrete" all'amministrazione comunale. Partita anche una raccolta firme "per avere un incontro con Comune, Apes e Geofor"

"Servono interventi urgenti per le case popolari del quartiere". Prosegue la mobilitazione dei residenti di via Norvegia, che con il sostegno di Asia-Usb, hanno inoltrato una serie di richieste all'amministrazione comunale per avere "risposte concrete" su una serie di criticità da tempo evidenziate dagli abitanti. Intanto è partita anche una raccolta firme "al fine di avere un incontro con i rappresentanti del Comune di Pisa, Apes e Geofor. La raccolta firme continuerà nei prossimi giorni".

"La scorsa settimana - spiega in una nota Asia Usb - alcuni cittadini hanno ricollocato nell’area originale di raccolta rifiuti i cassonetti posizionati recentemente nel mezzo dei palazzi, dato che il nuovo posizionamento ha creato problemi igienico/sanitari seri per gli abitanti. Problema che sussiste in tutto il quartiere. Oltre agli odori nauseabondi che aumentano nel periodo estivo, si è determinata una infestazione dell’area da insetti e roditori di grosse dimensioni. La richiesta immediata è il provvisorio mantenimento dei contenitori nell’area adiacente ai posteggi dove erano posizionati precedentemente. Serve però una soluzione definitiva con la collocazione di cassonetti automatizzati e interrati, come in centro storico. Il decoro deve essere garantito in ogni luogo della città, a partire dalle periferie".

Tra le altre richieste avanzate anche interventi manutentivi dei palazzi, "la sostituzione di tutti gli ascensori vetusti e pericolosi, il ripristino del manto stradale delle vie interne del quartiere, il ripristino dell’illuminazione pubblica, la manutenzione del verde pubblico, l’apertura e la creazione di un’area attrezzata per bambini e adulti del parco che ospitava l’ex asilo Timpanaro, la bonifica dell’adiacente area a verde ridotta ad un pericoloso acquitrino, il ripristino delle case popolari vuote per assegnarle a chi ne ha bisogno".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A seguito delle conseguenze economiche determinate dal Coronavirus gli abitanti chiedono inoltre "un ampliamento delle risorse sul bando per il sostegno al pagamento del canone di locazione, rivolto agli assegnatari degli alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica (Erp), una revisione dei termini di concessione per allargare la platea di coloro che vi potranno accedere, un intervento per ridurre tariffe e bollette agli assegnatari più bisognosi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Positivo al Covid era in discoteca: appello a mettersi in contatto con la Asl

  • Colta alle spalle e rapinata di notte in via Notari: due arresti, si cerca il terzo

  • Coronavirus in Toscana, 61 nuovi casi: 8 in più a Pisa

  • Incidente stradale lungo l'Aurelia: un morto e tre feriti

  • Minore scomparso a Calambrone: 15enne ritrovato

  • Meteo, quando finirà il grande caldo? Le previsioni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento